660

Concerto del 1° maggio a Roma: il programma e tutte le informazioni utili

Mancano soltanto 3 giorni al grande concerto gratuito organizzato ogni anno a Roma dai sindacati, in occasione della Festa dei Lavoratori. Ecco il programma dell’evento con tutte le informazioni utili.

Giunto alla sua 28esima edizione, il concerto del 1° maggio è uno degli eventi musicali più attesi nella Penisola, ormai una vera e propria istituzione per Roma ed un’ottima occasione per visitare la meravigliosa Città Eterna.
640px-Rome_concert_1-5-2007_crowd

Come da tradizione il concerto avrà luogo a Piazza San Giovanni in Laterano e sarà presentato quest’anno da Camila Raznovich e Clementino. La scaletta prevede l’alternarsi di numerosi ed importanti artisti a partire dalle ore 15 fino alla mezzanotte con due dirette televisive, una pomeridiana ed una serale, sul terzo canale della Rai.

Gli artisti

La scaletta della 28esima edizione si annuncia particolamrente interessante: fra gli artisti stranieri spiccano la band inglese degli Editors Bombino, il chitarrista del Niger soprannominato il Jimmy Hendrix del deserto. Per quanto riguarda invece gli artisti italiani, hanno confermato la loro presenza sul palco Edoardo Bennano, Rocco Hunt, Samuel dei Subsonica, lo Stato Sociale, i Planet Funk e Francesco Gabbani, vincitore dell’ultimo Festival di San Remo.

Informazioni pratiche

La capitale è facilmente raggiungibile da tutta Italia grazie ai numerosi voli low cost per Roma offerti dalle principali città della Penisola, oppure viaggiando in treno o in auto.

Quando: il 1° maggio 2017, dalle ore 15 a mezzanotte.

Dove: Piazza San Giovanni in Laterano.

Come arrivare al concerto: per giungere a Piazza San Giovanni, prendete la linea A della metropolitana e scendete alla fermata Manzoni o Re di Roma (per motivi di sicurezza quel giorno la stazione metropolitana della piazza resta chiusa).

Biglietti: il concerto è gratuito.

Sito web: www.primomaggio.net.

2193367990_d3519a6592_z

 Foto: Maria Grazia Montagnari, Gianluca, Alessio Damato / Flickr Wikimedia cc.

Lascia un commento