Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   6 minuti di lettura

Non occorrono presentazioni per una destinazione come Venezia, considerata una delle città più belle, romantiche ed affascinanti al mondo. Per rendere indimenticabile la vostra vacanza e il vostro soggiorno nella Serenissima, liligo.com ha selezionato in questo articolo le 10 cose più interessanti da fare e vedere nella città lagunare.

Quando visitare Venezia

E’ facile trovare dei voli per Venezia tutto l’anno: negli ultimi tempi, infatti, numerose compagnie – low cost e di linea –  permettono di raggiungere la città lagunare da tutta Italia e da tutta Europa. Inoltre sono sempre più numerose anche le offerte ferroviarie per raggiungere in treno la città lagunare, ad esempio, da Roma o da Milano. Tuttavia il momento migliore per visitare rimane, secondo noi, è quello immediatamente precedente alla Pasqua, quando comincia la bella stagione. Ricordiamo anche che nel periodo di maggior flusso turistico (Carnevale, Pasqua, Natale, alta stagione estiva), i prezzi dei voli aerei e degli hotel aumentano sensibilmente.

Venezia

Ecco i luoghi d’interesse e le attività selezionate per voi da liligo.com:

1. Perdersi tra le strade di Venezia

Non abbiamo dubbi su quale sia il modo migliore per innamorarsi subito della Serenissima: passeggiare per le sue strade senza una vera meta, senza mappe, alla scoperta dei luoghi più celebri e quelli meno consciuti.

I vicoli di Venezia

Piazza San Marco, Il Ponte di Rialto, la Basilica di San Giorgio Maggiore, La Ca’ d’Oro, il Ponte dei Sospiri, le gondole e i canali: l’elenco delle attrazioni è infinita è il mioglior modo per apprezzarle è perdersi nella bellezza senza tempo e nel fascino unico di questa città.

2. Ammirare Piazza San Marco

Il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco con il suo campanile, la Torre dell’OrologioPiazza San Marco merita una menzione speciali tra le tappe irrinunciabili di una visita in città. Di certo non avrete bisogno di mappe o guide per trovarla: si tratta infatti dell’unica vera piazza di Venezia, il cui centro storico non è troppo grande, né dispersivo.
Unica avvertenza: nei periodi di “acqua alta” (tra ottobre e marzo), il livello d’acqua della laguna, specie a Piazza San Marco può raggiungere l’altezza delle ginocchia, dunque vestitevi adeguatamente e ricordatevi che in laguna giungono gran parte degli scarichi fognari della città, per cui è bene evitare un tuffo estivo!

Piazza San Marco

3. Non date da mangiare ai piccioni di Venezia

Turisti che danno da mangiare a piccioni e colombe a Piazza San Marco: è una delle immagini simbolo della città lagunare. Tuttavia ogni veneziano spende circa 250 euro all’anno per ripulire i rifiuti e soprattuto gli escrementi prodotti dai piccioni, che con le loro sostanze acide e corrosive rappresentano i principali nemici dei monumenti veneziani. Per questo motivo è consentito dare da mangiare a questi uccelli soltanto il granoturco acquistabile dai venditori ambulanti autorizzati e soltanto a Piazza Venezia: tenete bene a mente questi due divieti, perché in caso di trasgressione è prevista una multa che può arrivare fino a 500 euro!

Piccioni a Venezia

4. Polemizzare sul Ponte della Costituzione

Il Ponte della Costituzione (il suo nome ufficiale) è stato progettato dal famoso architetto spagnolo Santiago Calatrava (motivo per cui è conosciuto anche col nome di Ponte Calatrava) ed è stato inaugurato nel 2008. La costruzione di Calatrava collega Piazzale Roma con la stazione ferroviaria di Santa Lucia ed uno dei soli quattro ponti che attraversano il Canal Grande di Venezia. La sua particolare estetica, i ritardi nel completamento dell’opera, i costi aggiuntivi per la sua realizzazione (tre volte di più rispetto al progetto orginale), problemi di accessibilità e funzionalità hanno suscitato numerosi dibattiti e polemiche tra la cittidinanza locale e i turisti. Visitare il Ponte Calatrava è dunque un’ottima occasione per cominciare una conversazione sull’argomento con altri turisti o locali che si trovano sul posto.

Ponte della Costituzione

5. Il Carnevale veneziano

E’ uno dei carnevali più importanti e conosciuti al mondo. Durante i 10 giorni della festa la città si veste di un’atmosfera unica, quasi spettrale, a causa delle persone vestite con strane maschere e costumi, certamente affascinanti, ma anche un po’ inquietanti. E’ uno spettacolo unico al mondo, a cui bisogna assistere almeno una volta nella vita, anche se si tratta uno dei momenti in cui la città è più affollata di turisti.

Maschera veneziana

6. Mangiare e bere con i veneziani

Visitare un posto significa anche scoprire e provare le abitudini locali in fatto di cibo e bevande. Immancabile quindi la colazione con cornetto e cappuccino, lo Spritz come aperitivo preserale e la cena a base di cicchetti e ombre, ovvero gli antipasti accompagnati da bicchieri di buon vino.

Cornetto e cappuccino

7. Navigare tra i canali di Venezia

Navigare tra i canali veneziani è un piacere irrinunciabile, a patto di essere disposti a pagarlo caro: 80 euro per 30 mn (fino a poco tempo con la stessa cifre si navigava per un’ora). Se il vostro budget non vi consente un lusso del genere esiste una soluzione alternativa per navigare a Venezia: utilizzare uno dei tanti vaporetti che a Venezia fungono da trasporto pubblico locale; i vaporetti in particolare attraversano tutti canali nonn attraversati dal ponte ad una cifra infinitamente inferiore rispetto a quella richiesta dai gondolieri.

Gondola

8. Escursione a Murano e Burano

Queste due piccole isole poco distanti da Venezia sono le destinazioni ideali per una gita fuori porta, oltre ad vessere un’ottima occasione per viaggiare in vaporetto.
Potrete così passeggiare tra le incantevoli case colorate di Burano e visitare i luoghi dove si continua a lavorare, secondo antiche tradizioni artigianali, il celebre vetro di Murano, dove potete cogliere l’occasione per acquistare bottiglie dalle forme eccentriche prodotte con questo speciale vetro: un souvenir che sarà sicuramente gradito ad amici e parenti.

Murano

9. Peggy Guggenheim Collection

E’ uno dei musei più affascinanti di Venezia: si trova presso Palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande, e raccoglie la collezione d’arte personale di Peggy Guggenheim, ex moglie dell’artista Max Enst e nipote del famoso mecenate Solomon Guggheheim. Qui potrete ammirare alcune delle più importanti opere d’arte europee ed americane del XX secolo, come diversi capolavori di Picasso, Pollock, Dalì, Miró, Modigliani, Kandinsky, Magritte, Duchamp e molti altri.

Peggy Guggenheim Collection

Orari e biglietti: il museo è aperto tutti igiorni dalle ore 10 alle ore 18 e l’ingresso ha un costo di 14 euro.

10. Ballare al Piccolo Mondo

Secondo noi è uno dei migliori club e disco-pub che potete trovare a Venezia. Situato nel Calle Contarini Corfù, nel quartiere di Dorsoduro – uno dei sei sestieri in cui è divisa la città – il Piccolo Mondo non è facilissimo da trovare, ma quando sentirete ronzare nell’orecchio la musica che proviene da questo locale, capirete che i vostri sforzi sono stati premiati. Inaugurato nel 1963 come una sala espositiva il Piccolo Mondo è diventato ben presto un punto di riferimento per la vita notturna veneziana, grazie alla sua atmosfera glamour e al suo stile anni ’60, oltre al fatto che si tratta di uno dei pochi locali in città che rimane aperto fino a tarda notte. Date le dimensioni molte ridotte del posto e il suo ambiente piuttosto esclusivo, all’ingresso vienne effettuata dagli adddetti alla sicurezza una selezione piuttosto soggettiva della clientela, per cui è consigliabile vestirsi elegantemente e non mostrare impazienza durante l’attesa all’entrata.

Il Piccolo Mondo

Sognate un week-end romantico a Venezia? Create un Avviso Prezzi per trovare l’offerta migliore!

 

Foto: Miguel Miranda, labmove, Juan Fernández, partyearth / Wikimedia Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


2 responses to “Venezia: 10 cose da fare e vedere nella città lagunare

  1. Articolo molto interessante! Secondo me il punto più importante è il numero 1: “perdersi” per Venezia è una delle cose più belle e interessanti da fare, anche perché riesci a visitare delle zone di cui i turisti non conoscono nemmeno l’esistenza! Solo in questo modo si può vedere la “vera” Venezia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

footer logo
Fatto con per te