Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   1 minuti di lettura

Il Ministero della Difesa di Colombo ha annunciato che i viaggiatori stranieri intenzionati a recarsi nel nord del Paese dovranno chiedere preventivamente un’autorizzazione alle autorità locali.

La decisione delle autorità di Colombo è dovuta al riacuirsi della tensione tra la maggioranza cingalese e buddhista e la minoranza tamil, in larga parte induista. Dopo il cessate il fuoco del 2002 che sembrava aver posto fine ad una sanguinosa e ventennale guerra civile, negli ultimi mesi le violenze etno-religiose sono riesplose e non sono mancate le aggressioni a danno di turisti.

Le zone più a rischio sono in particolare i distretti di Vavuniya, Kilinochchi e Mullaitivu. Il sito Viaggiare Sicuri della Farnesna raccomanda di prendere contatto con l’Ambasciata italiana prima di volare a Colombo e di segnalare la propria presenza una volta giunti nell’isola.


Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te