Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   3 minuti di lettura

I bambini sono spugne, guardano al mondo con curiosità ed apprendono con una rapidità che non ha pari. Gli esempi dati dall’ambiente che li circonda giocano un ruolo fondamentale nella loro formazione ed è per questo che i nostri interessi, i nostri atteggiamenti e persino le nostre amicizie possono condizionarli direttamente o indirettamente. Vediamo dunque qualche consiglio utile per avvicinare i più piccoli al mondo dei viaggi, in tutta sicurezza.


Prima di partire

E per “prima di partire”, non intendiamo solo al momento della preparazione della valigia: le azioni quotidiane incidono significativamente sui tuoi piccoli e sul loro modo di agire. Ecco dunque qualche consiglio utile per formare dei provetti esploratori!

Kids rule!

  • Il valore della scoperta. Si comincia con l’abitazione dell’amichetto sul pianerottolo, si continua con il parco cittadino e si finisce per esplorare l’intero vicinato. Dai il giusto valore alle passeggiate con i tuoi bambini: tutto ciò che è nuovo catalizza la loro attenzione e la curiosità è la caratteristica base di ogni viaggiatore.
  • Il giro di amicizie. Più vasto è, meglio è. E se ci sono degli amici “internazionali”, ben vengano. Questo discorso vale tanto per i genitori, quanto per i bambini: frequentare nuovi ambienti e nuove persone li educa alla diversità e alla tolleranza. E le probabilità che apprenda una nuova lingua prima di te sono concrete…
  • Diverso è bello! (e buono!). Una cena con tanto di involtini primavera, paella, pâté de foie gras… ed un bell’hamburger. Un viaggio all’estero è sinonimo di tradizioni gastronomiche differenti: meglio dunque abituarli in anticipo, altrimenti l’unica alternativa valida a tua disposizione saranno i fast food…

Si parte!

Del resto si sa: non c’è modo migliore per educarli all’arte del viaggio, che portarli con te in giro per il mondo. Ma come farlo in tutta sicurezza? Vediamo i consigli giusti per un viaggio tranquillo, per tutti i membri della famiglia.

In viaggio

  • Tienili occupati. Il viaggio, in aereo o in auto che sia, è probabilmente tra i momenti critici delle tue prossime vacanze in famiglia. Hai mai pensato di mettere in valigia qualche piccola sorpresa? Quando hai esaurito le trovate originali, puoi sempre tirar fuori dal cilindro un “piccolo premio”, che ti aiuterà a tenerli occupati, come un quaderno da colorare o un libro di fiabe.
  • Giunti a destinazione, lascia che siano gli altri passeggeri ad abbandonare per primi l’aereo. In questo modo avrai il tempo utile per controllare che non dimentichi nulla a bordo. Del resto, i tuoi piccoli sanno come tenerti occupato e perdere vista un documento di viaggio è un rischio concreto.
  • Stai al gioco. Una delle caratteristiche più belle dei bambini (che, ahimè, perdono con la crescita) sta nel prendere la vita come un gioco. Tornare bambino ti aiuta a pensare come loro e, ovviamente, a divertirti! Dai loro delle piccole “missioni” giornaliere da completare, come perlustrare il giardino o fare amicizia col vicino di ombrellone. Il tutto, ovviamente, senza pressarli. A “missione compiuta” dai loro un bel premio.

La parola chiave è libertà. Cerca di non limitarli (nei limiti del possibile) e lascia che imparino dai propri errori, una regola, questa, applicabile non solo ai viaggi.

Voli low cost

Viaggi spesso con i tuoi piccoli? Cosa consiglieresti ai nostri lettori? Fai sentire la tua voce!

Foto: polytikus, timsamoff, limaoscarjuliet / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te