Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Cosa c’entra una band alla ribalta con una grande compagnia aerea, dirà qualcuno. Ebbene, i protagonisti del fatto di cronaca sono Billie Joe Armstrong, cantante del gruppo statunitense ed una hostess del vettore americano. “Mi dispiace, ma lei così non può viaggiare”: inizia tutto così…


No, non lasciare che l’immaginazione voli verso
tematiche scabrose del tipo “Sesso, Droga e
Rock ‘n Roll”, niente di tutto questo. O quasi.

billie joeL’incidente verificatosi nell’aeroporto di Oakland, in California, ha per protagonista una hostess “rea” di aver negato l’accesso a bordo al cantante della band americana. Il motivo? Pantaloni a vita troppo corta. Ora, aldilà delle eventuali motivazioni che potremmo addurre a favore o contro questa decisione, c’è da chiedersi: cosa può causare un incidente di questo tipo?

Il fatto

Qualcosa di così grave, offensivo, aggressivo… come indossare pantaloni a vita un po’ troppo bassa (da fonti ufficiali si apprende che era possibile intravedere l’intimo). Ben oltre il limite dell’accettabile, hanno sentenziato a bordo, qualcosa che lede il buon senso comune, di cattivo gusto, e per questo da punire, lasciando di fatto a terra il buon vecchio Billie.

Ad ogni modo, non è la prima volta che accade qualcosa del genere: pensiamo ad esempio al ragazzo cui fu negato l’imbarco a causa della maglietta raffigurante l’ex presidente degli Stati Uniti G.W. Bush, con tanto di dicitura “Terrorista numero uno“.

Certo è che la condotta del cantante, almeno stando a quanto riportato da fonti ufficiali, non ha inciso positivamente in una diversa risoluzione del misfatto. Sembra infatti che alla richiesta della hostess di tirar su i pantaloni, Billie abbia risposto semplicemente: “Ma non hai niente di meglio da fare?“.

dookie

Amareggiato per aver dovuto lasciare il velivolo in compagnia del suo accompagnatore, Billie Joe si è lasciato andare a caldo ad un commento su Twitter:

Sono appena stato cacciato da un aereo perché avevo i calzoni troppo bassi! Non scherziamo!

Probabilmente per calmare le acque, la compagnia aerea americana ha prontamente ribadito che, non appena sono venuti a conoscenza dell’accaduto, hanno provveduto ad imbarcare la star sul volo successivo. Con tanto di scuse.

Voli low cost

Ora ti chiediamo: qual è la tua opinione a riguardo? Come reagiresti se ti capitasse una cosa simile?

Foto: Globovisión, Chad Johnson, OAKside / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te