Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Il vicino di sediolino più temuto dai viaggiatori? Ce lo rivela l’interessante inchiesta di Skyscanner che ha posto l’irriverente domanda agli utenti del sito ed ai membri della comunità. Tutti abbiamo più di un’alternativa in mente: i risultati? Davvero sorprendenti…


Ci siamo passati un po’ tutti: comodamente seduti, in attesa che l’aereo spicchi il volo, vedi inesorabilmente avvicinarsi quel passeggero, che non promette nulla di buono. Eccolo: ha deciso di sedersi proprio accanto a te. Magari speravi in una bella ragazza (o un bel ragazzo, secondo i casi) ed invece ti tocca il puzzone di turno, affetto da sudorazione eccessiva e poco attento all’igiene personale.

Anche tu ne sai qualcosa? Meglio sdrammatizzare…

E i vincitori sono…

  1. Viaggiatori dal cattivo odore. Trascorrere diverse ore al fianco di una persona dal forte odore di sudore è il più grande timore dei viaggiatori, almeno secondo il sondaggio di cui sopra. Ti trovi in questa sgradevole situazione? Prova a direzionare il getto d’aria nel senso migliore, in modo da evitare il terribile olezzo. Per quanto possibile.
  2. Viaggiatori obesi. Occupano molto spazio, spesso letteralmente bloccati, costretti a viaggiare su seggiolini striminziti, per un’esperienza scomoda, tanto per loro, quanto per i loro vicini di viaggio. Il problema si amplifica a bordo dei voli low cost, dove si ha oggettivamente meno spazio a disposizione. Chiedere alla Ryanair.
  3. Viaggiatori ubriachi. Poche sono le situazioni che creano imbarazzo come una persona brilla al nostro fianco: chi si ricorda dell’incidente occorso ad “un certo” attore francese un po’ allegretto? E qual è la miglior strategia da adottare in questi casi? Magari schiacciare un pisolino. O almeno far finta…

E non è tutto…

…già, perché la lista dei compagni di viaggio “indesiderabili” è davvero lunga. Non sono molti quelli che farebbero salti di gioia, nel ritrovarsi al lato di un neonato che reclama la sua pappa, un bimbo irrequieto (e relativi genitori fin troppo permissivi), gente che parla del più e del meno per ore ed ore, fidanzatini che si scambiano effusioni fino a consumarsi… Voli: di tutto, di più.

baby-on-plane

PS. Non seguire l’esempio dell’uomo che voleva aprire la porta dell’uscita di emergenza: in sostanza, si tratta di una pratica quanto meno sconsigliabile…

Ebbene, se proprio non ti va di affidarti alla dea bendata, puoi sempre affidarti all’innovativo servizio di KLM, che ti permette di scegliere il compagno di viaggio su Facebook. Non ne sapevi nulla? Qui trovi maggiori informazioni!

Ci sono poi casi in cui la fortuna ti sorride e tu semplicemente ti volti dall’altro lato. Un po’ per vergogna, un po’ per il poco tempo a disposizione, ti sei lasciato sfuggire l’opportunità di chiedere nome e numero di telefono (ma anche account di posta, Facebook, Twitter, Google+ e via dicendo) di quella persona così interessante che ha allietato il tuo viaggio di lavoro. Che fare? Innanzitutto, puoi leggere il nostro articolo “Love is in the air…“!

Qual è stata la tua peggior esperienza in volo?

 Foto: madmack66 y gregglesworth / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te