Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   4 minuti di lettura

Come viene celebrato San Valentino nel resto del mondo? Scopritelo in questo viaggio fra le tradizioni e i costumi più originali, legati alla famosa festa degli innamorati.

Il 14 febbraio è ormai dietro l’angolo, una data speciale per tutte le coppie. Paese che vai, usanze che trovi: abbiamo pensato di fare un giro per il mondo alla ricerca dei costumi dei nostri vicini e dei paesi più lontani. Ed allora prepariamoci per questo nuovo viaggio all’insegna dell’amore!

shutterstock_129310055

Le tradizioni in giro per il mondo

Germania

Sapevate che San Valentino è il protettore non solo degli innamorati, ma anche degli epilettici? In Germania lo sanno bene ed il 14 febbraio i tedeschi rendono omaggio a Valentin von Rätien, un personaggio del V° secolo, che si adoperò per la lotta all’epilessia.
Valentin von Rätien

Finlandia ed Estonia

Nei due Paesi ugrofinnici San Valentino è considerato più come una festa dell’amicizia che dell’amore. Non a caso la festa è chiamata dai finlandesi Ystävänpäivä e dagli abitanti dell’Estonia Sõbrapäev, che significano Giorno dell’Amicizia.

shutterstock_153322862

America Latina

Spostandoci al capo opposto del mondo la tradizione rimane simile a quella dei due Paesi nordici: in Messico, Porto Rico e Colombia San Valentino è conosciuto come Día del Amor y la Amistad, affiancando alla celebrazione dell’amore anche quella dell’amicizia. In Guatemala con lo stesso spirito si festeggia il Día del Cariño (Giorno dell’Affetto).
shutterstock_97745612

Brasile

La tradizione brasiliana si discosta molto da quella del resto del Sudamerica di lingua spagnola: qui le celebrazioni hanno luogo il 12 giugno e il cambio di data comporta il cambio di nome della festività, che diventa così non più San Valentino, ma Dia dos Namorados, il  Giorno degli Innamorati. Il via ai festeggiamenti è previsto alla vigilia del giorno in cui si celebra Sant’Antonio, il santo casamenteiro, cioè che favorisce i matrimoni.

4706342017_9bfae4744f_b

Tailandia

La Tailandia è probabilmente il Paese che prende più seriamente San Valentino: ci si riunisce, infatti, per la Festa degli Innamorati quando si ha intenzione di sposarsi
Asian groom and Asian bride are under viel together and are about to kiss each other with a smiling and happy face.

Cina

L’immenso Paese asiatico non scherza in quanto a costumi locali: il settimo giorno del settimo mese lunare è una data che si lega ad una leggenda asiatica, che narra di un amore impossibile tra una fata ed un comune mortale, separati dalla Via Lattea. Ogni anno, nello stesso giorno, gli uccelli creavano un ponte affinché i due amanti potessero incontrarsi.
Young japanese couple spending time together in Tokyo

Giappone

Nel Paese del Sol Levante San Valentino è una festa dedicata soprattutto alle donne. Esiste una vera e propria tradizione, per la quale il gentil sesso regala cioccolatini all’uomo. Ne esistono di diversi tipi: l’ Honmei chocho, ad esempio, equivale ad una dichiarazione d’amore; diverso invece il Giri choco, meno impegnativo, che di solito si riceve da amiche e colleghe. Come riconoscere un Honmei choco? Semplice: la confezione è ben curata e può essere accompagnata da una lettera. Come ricambiano gli uomini? Con il White Day del 14 marzo, quando i ragazzi si adoperano per ricambiare la gentilezza, che si tratti di Honmei o Giri.

640px-Valentine's_Day_Chocolate

Taiwan

Nell’isola di Formosa si celebra in estate il Qixi Festival, una festa tradizionale legata alla mitologia cinese, ma anche San Valentino e il White Day; tuttavia, diversamente dal Giappone, l’usanza taiwanese prevede che siano gli uomini a fare regali alle donne per San Valentino e a riceverli da loro per il White Day.
White_Day_001

Corea del Sud

I coreani, oltre a festeggiare San Valentino, si sono adoperati anche per i single, istituendo una festa conosciuta come Black Day. Durante questa giornata, esattamente due mesi dopo San Valentino, i cuori solitari si riuniscono e consumano quintali di jajangmyun, una pietanza della tradizione gastronomica locale, condita con chunjang, una salsa di colore scuro che dà il nome alla festa.
Black bean noodle - jajangmyeon

Foto: Instituto Ayrton Senna, NN, akira yamadamersy ( Masashi Yanagiya)Debbie Tingzon / Wikimedia Flickr cc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te
@media screen and (max-width: 800px) {.widget.text-18.widget_text.col-sm-3.col-xs-6, .widget.text-15.widget_text.col-sm-2.col-xs-6 {width: 100%;}}