Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Mettiamo che stai sorvolando l’Oceano Atlantico, a bordo di un Boeing 767 della Air Canada, sulla tratta Toronto – Zurigo. Mettiamo che ti viene sonno e schiacci un pisolino: tutto normale dirà qualcuno. Meno normale, diciamo noi, se sei il pilota del velivolo…


Stai sorvolando l’Atlantico, a bordo di un volo della Air Canada di svariate ore: fuori solo nuvole e mare, dentro c’è chi guarda un film, chi chiacchiera col compagno di viaggio, chi dorme. Tra questi, il pilota. Ecco dunque che, improvvisamente, l’aereo perde quota: 120 metri in 4,6 secondi. Tantissimo. Battito cardiaco accelerato, urla e pianti. Poi, per fortuna, il peggio passa e la situazione si stabilizza. Ma cos’è successo?

cabina-boeing767

Galeoto fu quel pisolino…

Il pilota, apparentemente assopitosi, si è poi svegliato di colpo, allertato da un inesistente rischio collisione, che lo ha convinto a procedere ad una manovra brusca e pericolosa. Come dire: meglio in mare, che schiantarsi in volo contro un altro velivolo. Probabilmente la scelta migliore, in caso di rischio collisione concreto…

Le conseguenze della manovra azzardata? 16 feriti, di cui 14 passeggeri e 2 membri dell’equipaggio. La discesa, rapida e completamente imprevista, ha colto di sorpresa alcune delle persone a bordo: considerando che in molti non avevano la cintura di sicurezza allacciata, le ripercussioni potevano essere ben peggiori.

Sotto effetto dell’inerzia del sonno, il primo ufficiale, probabilmente confuso e disorientato, ha percepito un imminente pericolo di collisione.

Queste le prime dichiarazioni ufficiali del Consiglio di Sicurezza dei Trasporti del Canada.

Air Canada

Gli eventi, risalenti al 14 gennaio scorso, sono stati oggetto di un indagine, che ha evidenziato alcuni aspetti salienti. Sembrerebbe infatti che i piloti non abbiano seguito le procedure previste in materia di riposo sui voli a lungo raggio. Il regolamento è chiaro: riposare prima della partenza, i comandi non devono essere abbandonati per un tempo superiore ai 15 minuti, vietato dormire per più di 40 minuti in volo.

Restano ora da chiarire i motivi per cui non sono state seguite le procedure, in modo da appurare eventuali responsabilità.

Ti sei mai ritrovato in una situazione di panico in volo?

Foto: redlegsfan21, Fly For Fun, ZK-NGJ

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te