Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   3 minuti di lettura

Chiudere gli occhi in aereo non è sempre cosa facile, specie se ci si trova tra due perfetti sconosciuti e si è impossibilitati a reclinare il sedile. Che dire poi del compagno di viaggio chiacchierone o del bambino di turno, la cui mamma sceglierà proprio il posto accanto a te? Se proprio vuoi dormire in aereo, eccoti qualche consiglio utile.


Per molti viaggiatori è impossibile o quasi chiudere occhio in volo, specie se si tratta di collegamenti a lungo raggio. Altri invece, riescono a dormire in qualsiasi condizione, anche la più provante, causando l’invidia di chi, quest’abilità, se la sogna. Me incluso.

Stai di nuovo lottando con il tuo sedile alla ricerca del sonno perduto? Non preoccuparti, non sei da solo. Tranquillo: c’è speranza. No, non la vicina, ma la speranza autentica di chiudere occhio in volo. Come? Grazie a pochi, semplici accorgimenti.

Scegli il tuo posto con cura

L’ubicazione del posto a sedere è probabilmente la discriminante più importante. Se vuoi dormire, meglio il posto vicino al finestrino: in questo modo potrai poggiare la testa a lato. Inoltre, il perfetto sconosciuto al tuo fianco non ti disturberà per andare alla toilette. Non scegliere, infine, il posto corridoio, soggetto agli scontri casuali con il personale di bordo, impegnato com’è con il suo via-vai di bevande, gadget e profumi.

Alleggerisci il bagaglio a mano

Due pezzi di bagaglio a mano? Assicurati di riservare lo spazio giusto alle tue gambe. Tieni solo l’indispensabile al tuo fianco: una bottiglia d’acqua, uno snack, una rivista, un buon libro. Separa ciò di cui avrai bisogno dal resto degli effetti personali già prima di sederti, in modo da non doverti rialzare una volta spentosi il segnale delle cinture di sicurezza.

caffè all'aeroportoSalta il caffé pre-volo

Sonno e caffeina non vanno proprio d’accordo: questo vale soprattutto per i voli operati in mattinata. Se speri di schiacciare un pisolino, lascia perdere il caffé nelle 5 ore che anticipano il volo. Prediligi bibite semplici, quali acqua e succhi di frutta, tanto prima, quanto durante il volo.

Portati l’essenziale per dormire

Per dormire bene è necessario essere a proprio agio. Proprio come succede a casa tua, un cuscino in più, una piccola coperta o una particolare posizione possono creare i presupposti per un sonno lungo e soddisfacente. Dunque, coperte e cuscini in primo luogo. Hai freddo ed il tuo vicino tiene la bocchetta d’aria aperta perché soffre il caldo? Una coperta in più risolve il problema. Poi ci sono i cuscini-collare: c’è chi li ama, chi proprio non li sopporta e chi impiega 2 ore soltanto per trovare la posizione giusta. Portane uno di quelli gonfiabili: non occupa spazio e può rivelarsi davvero utile. Tappi per le orecchie o, per il viaggiatore chick, le cuffie della Bose per la cancellazione del rumore: emettono un suono opposto a quello percepito dai microfoni esterni, isolandovi acusticamente.

Reclina con cura

Certo, è un diritto del passeggero reclinare il proprio sedile, ma è regola dettata dal buon senso controllare che, al passeggero seduto immediatamente dietro, questa “invasione dello spazio vitale” non provochi fastidio. Meglio chiedere, dunque, oppure, qualora si viaggia con una compagnia che non assegna il posto fisso, prediligere un posto a sedere davanti ad un posto libero.

Piaciuto l’articolo? Potrebbe inoltre interessarti:

Quali sono i tuoi segreti per dormire in volo?

Foto: Don Fulano, Nicola since 1972 / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te