Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   3 minuti di lettura

I duty-free sono ormai un elemento caratteristico degli scali moderni e grazie alla loro agevolazioni fiscali sono spesso, ma non sempre, luoghi in cui è possibile fare un buon affare. Ecco i consigli del Magazine del Viaggiatore affinché il vostro shopping in aeroporto sia sempre conveniente: l’informazione al potere!

 I prodotti tax-free

Per legge i prodotti tax-free devono essere acquistati per uso personale, non destinati alla rivendita e trasportabili nel proprio bagaglio.

Esistono due tipologie di prodotti tax-free:

-quelli su cui l’esenzione delle tasse è già applicata sul prezzo al momento dell’acquisto;

-quelli in cui è previsto il rimborso dell’IVA, una volta tornati dal proprio viaggio. I principali Paesi che offrono ai turisti questo tipo di agevolazione fiscale sono Australia, Argentina, Croazia, Corea del Sud, Islanda, Libano, Liechtenstein, Norvegia, Singapore, Sudafrica, Svizzera, Tailandia, Turchia, Giordania e alcuni Stati degli Usa (dove l’IVA non esiste a livello federale, ma varia da Stato a Stato).

shutterstock_152893670

I prodotti più convenienti

Non sempre i prodotti in vendita nei duty-free presentano una reale convenienza rispetto ad acquisti effettuati in normali negozi locali. Ecco quali sono quelli che in aeroporto garantiscono di solito un reale risparmio per i viaggiatori:

Alcool: gli alcolici sono considerati i prodotti più convenienti da acquistare nei duty-free, in quanto la loro tassazione è generalmente molto più alta nei normali negozi al dettaglio. Esistono tuttavia grandi differenze da Paese a Paese: se ad esempio gli scali nei Caraibi rappresentano il luogo ideale per acquistare un’ottima bottiglia di rum locale a meno di 10 dollari, in Asia i prezzi degli alcolici dei piccoli negozi al dettaglio sono più bassi rispetto agli stessi prodotti acquistati in aeroporto. Esistono però limiti precisi alla quantità di alcool trasportabile a bordo degli aerei.

Alcool
Alcool

Tabacco: è uno dei prodotti che registra le maggiori vendite negli aeroporti, dato che il risparmio può arrivare fino al 50% e oltre, se si proviene da un Paese, come l’Italia, dove il costo e la tassazione di questi prodotti è mediamente alto. L’unico ostacolo, come per gli alcolici, può essere la limitazione imposta al trasporto delle sigarette in aereo. Per conoscere le norme europee che regolano il trasporto di tabacco e alcolici, vi invitiamo a colsultare il nostro articolo dedicato a questo specifico argomento.

Tabacco
Tabacco

Profumi: i profumi sono tra i prodotti di maggior pregio che si possono trovare negli aeroporti. Qui si trovano spesso marche e fragranze introvibili nei normali negozi locali.

Profumi
Profumi

Beni di lusso: è la tipologia di prodotto che presenta le maggiori variazione di prezzo da Paese a Paese: Singapore è, ad esempio, famosa per la convenienza nell’acquisto di orologi di marca, mentre negli Emirati Arabi Uniti i migliori affari si possono fare acquistando gioielli e prodotti in oro. Infine, se avete un volo per Kuala Lumpur, non lasciatevi sfuggire l’occasione di comprare in aeroporto beni di lusso con il 50% ed oltre di risparmio rispetto al prezzo di vendita nei normali negozi al dettaglio.

Beni di lusso
Beni di lusso

Souvenir: quello dei souvenir è il negozio per antonamasia dei duty-free in aeroporto. A livello di prezzi non sempre i prodotti acquistati al’interno di una scalo risultano più vantaggiosi rispetto a quelli in vendita nei normali negozi locali, ma presentano mediamente una maggiore qualità e non sono soggeti a tassazione: acquistare una sciarpa di seta tailandese o uno scialle turco può essere un vero affare, capace di coniugare qualità e convenienza economica.

Duty free
Duty free

Acquistate spesso nei duty-free? Raccontateci la vostra esperienza!

Foto: Arne Hückelheim, Aaron c, foeoc kannilcCharlesEi1 / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


7 responses to “Duty-free, i consigli per lo shopping tax-free

  1. buonasera, ho avuto occasione di partire da milano malpensa con un volo intercontinentale per cuba l’avana. l addetto alla vendita dei tabacchi mi ha detto che negli aeroporti italiani i duty-free non possono più vendere tabacco per confezionare sigarette. la cosa mi pare alquanto strana……mi sapete dore qualcosa in merito?
    grazie sergio chiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te