Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   3 minuti di lettura

…con le scarpe tutte rotte, con le toppe alla sottana, viva, viva la Befana! Recita più o meno così la filastrocca dedicata alla vecchietta che, in sella alla sua scopa, viaggia da Nord a Sud, da Est ad Ovest e distribuisce dolciumi ai bambini buoni. Ma quando nasce questa tradizione? Per opera di chi? Scopriamo qualcosa in più su questa tradizione tutta italiana!

Un po’ di storia

Ecco un bel souvenir per la tua Epifania!
Ecco un bel souvenir per la tua Epifania!

Il termine Befana altro non è che la traslitterazione fonetica consumatasi nel tempo, che ha la sua origine nel termine Epifania. Befanìa, Befània e dunque Befana: ciò spiega l’etimologia del suo nome, ma cosa sappiamo di questa simpatica figura?

Pare che si tratti di una tradizione all’italiana, fortemente incoraggiata dal Fascismo, nel tentativo di dare un’identità uniforme al paese. Sembrerebbe inoltre, che la sua leggenda abbia origini pagane: il suo aspetto vetusto rappresenterebbe l’anno vecchio e, di fatto, la sua funzione è di dare il benvenuto al nuovo anno.

Non mancano, poi, le versioni cristianizzate: secondo questa ricostruzione, i Re Magi, in visita a Gesù Bambino, chiesero informazioni ad un’anziana signora, circa il percorso da seguire. All’invito dei tre a cavallo, di seguirli nel fare visita a Gesù, l’anziana rispose con un netto rifiuto. Pentitasi, riempì il suo sacco di dolciumi ed iniziò a girovagare di casa in casa, dispensando le sue prelibatezze ad ogni bambino, nella speranza che
uno di quelli fosse Gesù. Per espiare le sue
colpe
, continua questa tradizione di anno in anno.

La Befana oggi

I bambini la attendono con ansia: preparano la calza (più grande è, meglio è) e vanno a letto, in attesa di ritrovare il recipiente ricolmo di ogni prelibatezza (per la felicità di bimbi e dentisti). Ma come si preparano grandi e piccini in giro per l’Italia? Scopriamolo insieme!

Pan e vin, falò d'inizio anno in Veneto
Pan e vin, falò d’inizio anno in Veneto
  • Lucca. Adesso sappiamo anche dove vive. A Barga, in provincia di Lucca, nella bella Toscana, esiste “la casetta della Befana“. Festa per tutti: se i più piccolo potranno fare visita alla sua dimora, i grandi fanno visita alla bella fiera locale, che propone dolciumi e vin brulè per combattere il freddo invernale.
  • Milano. Nel giorno dell’Epifania, Milano celebra una festività molto sentita in Spagna, dando vita ad un corteo i cui protagonisti sono i Re Magi. Una sfilata in costume, che partirà da Piazza Duomo alle 11. E la Befana? La nostra simpatica vecchietta va a teatro e rallegra i piccoli milanesi con uno spettacolo buffo.
  • Roma. Tanti gli appuntamenti nella capitale: a Trinità dei Monti è ancora possibile assistere al bellissimo presepe, Chagall e le sue 130 opere a tema andranno di scena presso il Museo dell’Ara Pacis. Poco fuori le mura cittadine, a Monterotondo, va di scena la Festa della Befana, con tanto di mercatini, giochi e rappresentazioni in piazza.
  • Urbania. Un comune di circa 7000 anime, in provincia di Pesaro e Urbino, cui va la palma dei festeggiamenti più originali: mostre, rappresentazioni, mercatini, ma non solo. Nella passata edizione abbiamo assistito allo spettacolare salto di una Befana Acrobatica, che si è lanciata da una torre alta 30 metri, così da aprire le porte della sua casa, dando modo ai bambini di visitarla. Cosa ci aspetterà quest’oggi?

E tu? Dove festeggerai quest’oggi la tua Epifania? Conosci qualche altro evento degno di nota? Condividi idee ed opinioni con la comunità di viaggiatori di liligo.com!

Foto di: mauro.puppett_photograpy / flickr cc, puste80 / Sxc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

footer logo
Fatto con per te