Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Le vacanze si avvicinano. Come pagare a destinazione è una domanda che attanaglia la maggior parte dei viaggiatori che hanno deciso di concedersi una settimana o più all’estero. Tra cambi ingannevoli e rischi annessi all’utilizzo della carta di credito, qui di seguito trovi alcuni consigli utili per scegliere al meglio il mezzo di pagamento giusto.


Prima di partire

Potrebbe sembrare frivolo o addirittura ovvio, ma nella concitazione dei preparativi è davvero facile lasciarsi dietro qualcosa. Sacco a pelo, scarpe da trekking, macchina fotografica e, talvolta, qualcosa di più importante: è tempo di dare un’occhiata ai metodi di pagamento consigliati e ad ogni minimo particolare correlato.

  • Verifica la data di scadenza della tua carta di credito. Provvedi al rinnovo della stessa prima di partire, nel caso in cui la validità termini mentre sei in viaggio.
  • Può rivelarsi utile chiedere alla tua banca di aumentare temporaneamente il limite di prelievo e pagamento giornaliero, in modo da poter far fronte a potenziali imprevisti.
  • Assicurati la tua carta appartenga a circuiti internazionali e che sia ampiamente accettata nel paese che ti appresti a visitare.
  • Consigliabile inoltre appuntare il numero della tua carta ed eventuali recapiti telefonici per richiedere il blocco della stessa all’estero (diverso da quello valido per l’Italia), misura utile in caso di furto o smarrimento.

Carte di credito

In viaggio

Prediligere la carta agli assegni. Molto meglio lasciare il prezioso libretto a casa, in un luogo sicuro, poiché gli assegni raramente sono accettati all’estero. E quando lo sono, i costi di gestione schizzano alle stelle.

L’assegno turistico, il cosiddetto “traveller’s chek”, meglio della carta di credito, in quei paesi in cui tale forma di pagamento è accettata soltanto di rado. Si tratta di un assegno di viaggio che puoi richiedere in banca, disponibili in 13 differenti valute. La commissione ha tassi agevolati (generalmente tra l’1% ed il 2,5%), più conveniente dunque del cambio di banconote.

Su internet: ti trovi all’estero e vuoi controllare il tuo conto online, presso un internet point o un qualsiasi altro punto pubblico d’accesso alla rete, per pianificare la tua vacanza in funzione del tuo budget. Ti consigliamo di seguire attentamente i seguenti suggerimenti:

  • Non memorizzare i tuoi codici d’accesso sul computer utilizzato
  • Assicurati di disconnetterti dal sito della banca prima di allontanarti dal computer
  • Cancella la cronologia del browser ed eventuali cookies una volta terminata la navigazione

Buone vacanze!

Foto: Gizmodo – Robert Scoble / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te