Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   4 minuti di lettura

Prendere un treno in India rappresenta un’esperieza di viaggio unica nel suo genere. In questo articolo Il Magazine del Viaggiatore vi fornisce i consigli e tutte le informazioni utili per viaggiare in treno in India.

Il vostro sogno è visitare in maniera autentica l’India in lungo e in largo? Il Magazine del Viaggiatore ha pensato proprio a voi con questo articolo che vi aiuterà a pianificare al meglio il vostro viaggio in treno attraverso questo immenso Paese, pieno di fascino e mistero.

Perchè viaggiare in treno in India?

Prima di addentrarci nella conoscenza dei treni indiani, occorre capire quali sono i vantaggi, accanto agli immancabili disagi, che dovrebbero spingere un viaggiatore ad utilizzare questo mezzo di trasporto per visitare l’India.

Se è vero, infatti, che potete noleggiare un’auto a Calcutta o Mumbai e persino viaggiare con un autista privato senza spendere troppi soldi, perchè viaggiare in treno?

Innanzitutto per la possibilità offerta dai lenti treni locali di ammirare il paesaggio indiano che scorre sotto i vostri occhi. Affrontando, ad esempio, il tragitto Delhi – Varanasi a 50 Km orari e della durata di 20 ore potrete scorgere angoli nascosti ed autentici dell’India senza i ritmi frenetici a cui ci ha abituati il moderno turismo di massa.

Inoltre, più sarà economica la classe di viaggio da voi scelta sarà, maggiori saranno le chances di vivere incontri indimenticabili con un’umanità variopinta, costuita da locali pieni di fascino e fuori dal comune.

Non solo incontri: i treni indiani offrono anche particolari esperienze gastronimche! Alcuni treni offrono infatti cibo ai passeggeri, altri sono frequentati da venditori ambulanti che propongono diversi tipi di piatti caldi: insomma sui treni indiani le occasioni per una degustazione della cucina locale non mancano di certo…

Treni in India (1)
Treni in India (1)

Le differenti classi di viaggio

La Chair Car è la classe di viaggio più scomoda, simile ad un bus locale, ma anche la più economica e quella che consente di toccare con mano l’India più vera e profonda. Ideale per i tragitti brevi e se si vuole risparmiare sui trasporti locali, nella Chair Class troverete viaggiatori locali da ogni angolo dell’India e…persino degli animali! A volte avrete la sensazione di viaggiare con una corte dei miracoli, ma l’esperienza è davvero unica.

La Sleeper Class è la versione notturna della Chair Car, da cui si differenza per la presenza delle cuccette nei vagoni. Senza al cun tipo di climatizzazione, né divisori tra una cuccetta e l’altra, prendere sonno fra venditori ambulanti di ogni genere e passeggeri che entrano ed escono urlando ad ogni ora del giorno non è facile, ma vi darà la possibilità di vivere l’atmosfera indiana più genuina.
Avvertenza: poiché la Sleeper Class è una classe di viaggio notturna ed economica, i furti sono all’ordine del giorno, dunque evitate di sfoggiare beni di valore e prestate attenzione ai vostri soldi.

La Chair Ca Ac è la versione climatizzata della Chair Car e la soluzione migliore per coloro che vogliono risparmiare, ma sono anche disposti a spendere qualche rupia in più, per viaggiare senza soffrire il caldo indiano, che a seconda del periodo dell’anno e dell’area del Paese in cui si viaggia, può risultare a volte insopportabile.

La 3AC è una classe di viaggio notturna più comoda, climatizzata, in cui ogni suo scompartimento ospita 9 cuccetti su tre livelli ed ai viaggiatori vengono forniti coperta e cuscino.

La 2AC corrisponde alla classe di viaggio notturna più cara. Si differenzia dalla classe 3AC per il fatto che ogni scompartimento è occupato da sole 6 cuccette, risultando in questo modo più comoda, spaziosa e meno rumorosa. Questa classe di viaggio è la più consigliata per i lunghi tragitti che richiedono decine di ore di viaggio.

La 1AC è la classe di viaggio più “lussuosa” e cara, riservata alla parte della popolazione più agiata. E’ presente soltanto su alcuni treni dell’India.

Treni in India (2)
Treni in India (2)

Info e consigli pratici

Ciascun treno indiano è contrassegnato da un numero identificativo che lo rende facilmente individuabile. Trovato il vostro treno, salite sul vagone indicato sul vostro biglietto in base alla classe di viaggio acquistata.

I viaggi in treno possono essere lunghi, molto lunghi…per questo motivo non dimenticate di portare con voi libri o qualcos’altro da leggere, oltre che delle carte che vi aiuteranno a socializzare con i locali.

Anche se i treni indiani sono spesso in ritardo, il nostro consiglio è di giungere in stazione con largo anticipo, per non lasciarvi sorprendere dalla folla e dal caos che regnano in questi luoghi e poter prendere con tutta calma il vostro treno.

Chhatrapati Shivaji Terminus di Calcutta, patromonio dell'Unesco e quartier generale delle ferrovie indiane.
Chhatrapati Shivaji Terminus di Calcutta, patromonio dell’Unesco e quartier generale delle ferrovie indiane.

Avete già viaggiato in treno in India? Raccontateci la vostra sperienza!

Foto: Anupamenosh12345, Dr. Raju Kasambe / Wikimedia cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te