Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Il pittoresco borgo austriaco di Hallstatt figura sui taccuini di molti turisti cinesi. L’interesse cinese è così forte, che qualcuno ha ben pensato di mettere su una replica nel Sud della Cina: dopo i telefoni cellulari e gli accessori alla moda, è la volta dei villaggi europei!


Hallstatt è internazionalmente nota per le sue case color pastello adagiate in riva a un bel laghetto: uno scenario spettacolare, che gli è valso il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dall’UNESCO.

Le case, la chiesa, la sua guglia e persino gli angeli: tutto riprodotto con dovizia certosina, affinché le famiglie locali possano goderne, senza per questo dover mettersi a bordo di un volo intercontinentale. Le case del villaggio cinese sono ora in vendita: 9000 yuan per metro quadrato, il corrispettivo di circa €1130. Riguardo al clima, però, i pur volenterosi ingegneri cinesi non possono nulla: le temperature tipiche dell’aera alpina di Hallstatt lasciano spazio ad un clima di tipo subtropicale (il villaggio è stato costruito nella provincia del Guangdond, nel sud del paese).

Un bene o un male?

L’azienda cinese che ha realizzato il progetto, la Land Minmetals, assicura che il progetto è stato fonte di “orgoglio e amicizia” per cinesi ed austriaci. In realtà, sebbene all’inaugurazione ufficiale del nuovo villaggio fosse presente una delegazione austriaca, in molti non hanno preso bene la notizia in patria, tanto ad Hallstatt, quanto nel resto del paese. Alcuni sostengono che il “villaggio-clone” andava concordato anzitempo.

Non penso sia stata una buona idea. Hallstat è semplicemente unica, centro ricco di cultura e tradizione: cose di questo tipo non possono essere copiate. Ho dato un’occhiata alla relazione e dalle foto la copia sembra oltretutto diversa. Penso che tutto questo sia inaccettabile.

Queste le parole di un cittadino locale alla TV cinese NTD.

I promotori del progetto hanno spiegato agli organi di stampa che la copia non è integrale e che pratiche di questo tipo sono davvero comuni in Cina. Se dunque ti capiterà d’imbatterti in una città europea mentre ti trovi in Cina, nessuna paura: probabile che l’estro urbanistico degli architetti locali abbia attinto da fonti occidentali…

…e se vuoi scoprire Hallstatt – quella vera – prendi il primo volo per Salisburgo e lasciati incantare dalle foto che trovi qui di seguito:

Hallstatt1hallstat-2hallstat-3

Dulcis in fundo: Parigi? L’Olanda? La Germania? No, Shanghai

Foto: sjdunphy, Amstrong White, rackamblack / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te