Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   3 minuti di lettura

Titolo bizzarro? Qualcosa che ha a che fare con il Natale? Di certo desta curiosità: oggi ci occupiamo dei mille nomi che Babbo Natale assume in giro per il mondo e lo faremo occupandoci di due popoli che ne rivendicano la paternità. Quali? Ma ovviamente Finlandia e Russia: ed è “guerra” tra Joulupukki e Ded Moros, ovvero Babbo Natale ed il suo alter ego…


Il Natale è, nella fattispecie, quel periodo dell’anno i bambini, specie quelli europei, strizzano gli occhi, attivano la vista laser e fiutano regali, come il migliore dei segugi. Eppure, la persona che li porta non è esattamente la stessa per tutti…

E chissà se il Babbo Natale occidentale conosce quello orientale…

Joulupukki

Joulupukin Pajakylä, 96 9330 – Napapiiri, Finlandia

Sembra un indirizzo postale, per quanto strambo, ed in effetti lo è: si tratta dell’indirizzo di posta ufficiale (finlandese) di Babbo Natale, uno dei “personaggi” più famosi al mondo. Di fatto, nel paese suomi non hanno esitato a creare la Santa Claus & Co., in Lapponia, più precisamente a Rovaniemi. Il suo quartier generale, il Santa Claus Village, incarna i sogni di ogni bambino.

Babbo Natale

A Joulupukki arrivano ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo,  puntuali, a fare formale richiesta per i propri regali. Lui, orgoglioso, dall’alto dei suoi 400 anni, è ancora il solo ed unico responsabile per la distribuzione dei doni nella notte tra il 24 ed il 25 dicembre. Oh, e naturalmente dispone di un ufficio privato, con tanto di renne ed elfi, instancabili collaboratori.

Che sia giunto il momento di scoprire la bella Rovaniemi? Qui hai la possibilità di far visita al paffuto papà Natale, dare un’occhiato al suo ufficio, dove giungono lettere da ogni angolo del mondo. Ma Babbo Natale è sveglio, un vecchietto arzillo, che si tiene a passo coi tempi e dal 2000 è presente anche in rete: santatelevision.com.

Ded Moros

Дед Мороз, 162 390 – Ustyug Veliky, Russia

Nelle fiabe per i più piccini, Ded Moros appare come la personificazione dell’inverno, un bel tipetto: quello che, per intenderci, con un colpo di bastone tinge l’atmosfera di bianco, tra neve e gelo. Vive nella taiga della Federazione Russa, indossa pellicce, guida una slitta trainata da cavalli e fa visita ai più piccoli alla vigilia dell’anno nuovo.

Inoltre, Ded Moros si avvale di un’esperta assistente, Snegurotschka, che assiste il “barbuto benefattore” a dispensare regale tra i bambini buoni, tanto in Russia, quanto in altri stati dell’ex blocco sovietico.

ded-moros

Un ultimo consiglio: se pensi di far visita a Babbo Natale, in Finlandia, perché non fai il bis e raggiungi Nonno Gelo, che vive a Veliky Ustyug, nel Nord del gigantesco paese russo? Qui potrai visitare inoltre un parco a tema, i musei e persino lo zoo con orsi ed alci.

Ogni anno sono circa 200.000 le persone che fanno visita al Papà (o Nonno) gelo e sempre più sono quelli che vi giungono vestiti di rosso… sarà un caso?

Chiudiamo l’articolo con un immaginario incontro tra le due leggendarie figure. Ci piacerebbe fosse così:

Da liligo.com un augurio di buon Natale a tutti i nostri lettori!

Foto: jarsjo, Elvissa, Copper Kettle / Flickr CC.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te