Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   4 minuti di lettura

Il genere musicale che, per eccellenza, accomuna varie generazioni. Mentre i più grandi ne hanno seguito le incessanti evoluzioni, i giovani ci si avvicinano con curiosità ed interesse: stiamo parlando del Rock and Roll, quello dei grandi concerti e delle mode bizzarre, per intenderci. Che sia grunge, progressive, indie o experimental, partiamo per questo viaggio alla ricerca dei più grandi monumenti rockettari sparsi sulla terra.

Strawberry Fields – John Lennon

Central Park West, tra la 71ª e la 74ª

Nel 1981, Yoko Ono, moglie del musicista dei Beatles, scelse questo suggestivo angolo di Central Park, come luogo della memoria, un tributo al marito scomparso l’anno prima. Si tratta di un sito importante per diversi aspetti: John e Yoko erano soliti recarsi qui ed in una sventurata notte fu proprio qui che venne assassinato per mano di un suo fan. 5 colpi sibilati al vento: la scomparsa di una leggenda. Un monumento al cui interno campeggia una scritta: “Imagine”. Strawberry Fields è anche il titolo di una delle più famose canzoni dei Beatles ed oggi è conosciuto col nome di Garden of Peace, Giardino della Pace.

>> Offerte voli New York

Il Muro di Figure 8 – Elliot Smith

4334 W. Sunset Boulevard, Los Angeles

È lo sfondo dell’album Figure 8, lanciato nel 2008 da Elliot Smith. A partire dalla sua morte, si è trasformato in un luogo di culto per tutti i suoi fan. Per colpa di alcuni vandali, il muro non verte, ad oggi, nelle migliori condizioni: dai graffiti agli slogan propagandistici, l’opinione pubblica sembra non aver riconosciuto a questo “freddo muro di cemento”, la sua valenza per i tanti milioni che vi giungono ogni anno. Ma i fan non desistono e la situazione sembra migliorare. Riposa in pace, Elliot.

>> Offerte voli Los Angeles

Buddy Holly, Ritchie Valens & J.P. Richardson

Clear Lake, Iowa

The Day the music died. Il giorno in cui la musica è morta: l’hanno chiamato così, quello sfortunato giorno in cui se ne sono andati tre grandi musicisti. Buddie, Ritchie e J.P. erano a bordo di un piccolo aereo, il cui schianto non ha lasciato scampo ai tre ed al pilota che era con loro. Ad oggi, nel punto dello schianto, si trova un monumento eretto nel 1988, raffigurante una chitarra e tre dischi. Otto sono i chilometri che lo separano da Clear Lake. Per giungere a destinazione si affronta, generalmente, un lungo viaggio che prevede due scali. Ma se siete amanti del rock, ne vale assolutamente la pena.

>> Voli per Des Moines

La Tomba di Jim Morrison

Le Père Lachaise Cemetery, Paris

Il mistero aleggia tutt’oggi sulla morte di Jim Morrison. Per certo, fu visto per l’ultima volta proprio in Francia, dove oggi giace. Meta di pellegrinaggio per il suo gran numero di fan, il povero Jim non conosce pace neanche da morto: fu eretto un busto in suo onore nel 1981 e 7 anni dopo fu rubato.

>> Offerte viaggi Parigi

Il Museo di Woodstock

Bethel, New York

Woodstock è l’evento musicale a partire da quel 15 agosto 1969 ha stravolto la storia del Rock. “Sesso, droga e Rock’n Roll”: questo il motto che la faceva da padrone a quei tempi. Il Bethel Woods Centre, nella cittadina dello stato di New York, cui ebbe luogo questa straordinaria manifestazione, funziona oggi come museo e location di innumerevoli concerti. Perché Woodstock vive ancora.

>> Voli low cost New York

Graceland – Elvis Presley

3764 Elvis Presley Boulevard

Un disgraziato giorno di metà agosto. Correva il 1977: sono passati più di 30 anni e sulle cause della sua morte aleggia ancora il mistero. Sta di fatto che il suo corpo, esanime, fu trovato dalla sua ragazza, Ginger Alden, e successivamente trasportato in ospedale, dove confermarono la sua dipartita. Memphis, nel Tennessee, è oggi giorno meta di una sorta di pellegrinaggio, fan che arrivano da tutto il mondo per rendere omaggio all’idolo di più generazioni. Graceland, la sua dimora, ospita la sua tomba.

>> Voli per Memphis

L’omaggio a un mito: Freddie Mercury

Montreux, Svizzera

L’AIDS. Fu questa la causa che consumò lentamente il leader dei Queen, gruppo storico che a 29 anni dalla tragica morte di Farrokh Bulsara (questo il suo vero nome), continua a vantare milioni e milioni di seguaci in tutto il mondo. Per sua volontà, a seguito della dipartita, il suo corpo fu cremato. A Montreux, in Svizzera, nel novembre del ’96, fu eretto un monumento di circa 3 metri che ritrae Freddie in una delle sue classiche posizioni, col pugno alzato al cielo. Il monumento si trova a pochi passi dal Lago di Ginevra ed è tappa irrinunciabile dei suoi tanti fan.

>> Hotel a Montreux

Ne conosci qualcun’altro? Aggiungilo ai commenti!

Foto da Flickr cc, Sxc.


Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te