Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   2 minuti di lettura

Chi si ricorda del nostro articolo: “Amante delle immersioni? Ecco dove!“? Ebbene, quest’oggi ti invitiamo a scoprire un mondo subacqueo, che si fregia di un tocco insolito e magico, pronto a far innamorare gli amanti delle immersioni e non solo.


Con i beluga nel Mar Bianco russo

Probabilmente il nome Natalia Avseenko non ti dice molto. Almeno fino ad oggi: 36 anni, russa, scienziata di professione, sulla cresta dell’onda per una serie di scatti nitidi che la ritraggono in un nudo artistico, mentre si immerge in compagnia dei beluga, detti anche balene bianche. Il perché del nudo? Semplice: per non alterare il comportamento dei mammiferi marini. Non si tratta, comunque, di un’esperienza alla portata di tutti: Natalia è campionessa mondiale di apnea, esperta di yoga e possiede un notevole controllo del suo corpo. Senza contare che le immersioni avvengono a temperature davvero rigide: -1,5°C…

Naturalmente, se ti senti abbastanza coraggioso e preparato, puoi concederti questa magica esperienza: ci sono agenzie che offrono la possibilità di immergersi nella Baia di Onega, a Nord-Est di San Pietroburgo. Nella zona dell’arcipelago Solovki, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, i subacquei o aspiranti tali sono alloggiati in capanne di legno e raggiungono la zona d’immersione per mezzo di motoslitte. Come puoi immaginare, la ricchezza dei fondali marini di questa zona è più che interessante…

Con gli squali martello in Colombia

A mille miglia dalla costa colombiana del Pacifico, si trova una riserva marina protetta dall’Unesco, riconoscimento ottenuto dopo una lunga lotta della biologa franco-colombiana Sandra Bessudo. Il luogo è noto per gli enormi banchi di pesce martello e di altre leggendarie specie, come Odontaspis ferox o “Cagnaccio”, mante leopardo, barracuda e murene, nelle vicine isole Galapagos.

Alla scoperta dei resti del sottomarino al largo di Beirut

Il 25 giugno del 41 il “Souffleur” viene silurato ed affondato dagli inglesi del “HMS Parthian” in pieno Mediterraneo, di fronte alle coste di Beirut: 53 i marinai morti nell’attacco. Oggi il relitto è un autentico parco giochi a disposizione dei subacquei, che giungono fin qui per scoprirne i segreti più remoti e la biodiversità dei fondali circostanti. Ci sono agenzie che offrono soggiorni nei paradisi marittimi di Beirut, tra cui una spiaggia privata per lo snorkeling e le immersioni.

Immersioni sotto zero a Tignes

Passiamo ora alle Alpi Francesi, a due passi da casa nostra: ci dirigiamo a Tignes, uno dei luoghi più popolari per le immersioni sotto il ghiaccio: le riprese del film “Big Blue” sono state fatte qui. Nei corsi d’immersione della zona, l’attività subacquea a Tignes viene definita “estrema”: l’acqua è gelida sebbene, a detta degli esperti, un’attrezzatura isolante adeguata, renda l’esperienza accessibile ed alla portata di tutti. O quasi.

Ma non è tutto: dobbiamo ancora parlarti degli iceberg della Terra del Fuoco, immergerci con gli squali balena alle Maldive… il tutto, nel prossimo articolo della serie!

Amante delle immersioni? Dove sei stato l’ultima volta? Fai sentire la tua voce!


Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te