Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   5 minuti di lettura

Ti sei già procurato i biglietti per assistere ai più bei incontri del campionato europeo di calcio 2012? La manifestazione continentale avrà luogo in Polonia ed Ucraina a giugno dell’anno prossimo: amante del calcio o meno, questa è l’occasione giusta per scoprire alcune delle più belle città dell’Est europeo.


Con l’Europeo 2012 alle porte, l’Europa dell’Est torna alla ribalta: ecco l’occasione che attendevi da tempo, per scoprire e lasciarsi stupire dall'”altra Europa”. Delle otto città che si apprestano ad ospitare l’importante manifestazione sportiva, quest’oggi concentriamo la nostra attenzione su Kiev, capitale dell’Ucraina.

Da vedere

Krechtchatik: è la strada principale di Kiev, vagamente paragonabile agli Champs-Elysées di Parigi. Un viale ampio, fiancheggiato da edifici imponenti, che ti faranno sentire piccolo piccolo. Qui si concentrano inoltre alcune boutique di lusso: continua dritto fino alla Piazza dell’Indipendenza (“Maidan” in Ucraino), altra tappa fondamentale della tua scoperta della città. Nei fine settimana, il viale si riempie di musicisti, che si cimentano in spettacoli d’ogni genere: qui puoi inoltre entrare in contatto con i giovani della città, che si concedono una “Obolon” o due, la birra di Kiev, in compagnia degli amici (pronuncia: “Abalon”).

La Piazza Maidan

La Cattedrale di Santa Sofia (Sobor Sviatoyi Sofiyi): è probabilmente uno dei monumenti più celebri di tutto il paese. Costruita nell’11° secolo, vanta non meno di 13 cupole: un edificio degno di nota.

La Cattedrale di Santa Sofia

Il Museo Pirogovo: si estende lungo 150 ettari, uno dei più grandi musei all’aria aperta di tutto il mondo. Ospita più di 300 opere d’arte tradizionale ucraina, tappa imprescindibile del tuo prossimo viaggio.

Hydropark (pronunciato: “Guidropark”): un parco divertimenti situato sulle isole del Dniepr. Al suo interno è possibile trovare discoteche e ristoranti, ma è anche il luogo giusto per rilassarsi, con le sue meravigliose spiagge dorate ed i suoi lunghi sentieri immersi nella natura. La gente del posto è solita giungervi e concedersi un barbecue in compagnia di amici, a base di Šašlyk, spiedini di carne marinata. La ciliegina sulla torta? Gli anziani si raccolgono sulla pista da ballo al centro del parco e si lasciano andare sulle note del valzer: uno spettacolo senza tempo.

La Patria (Rodina Mat): una statua in titanio, dell’altezza di 102 metri. Già, hai capito bene: un’ascensore ti condurrà fino allo scudo, a 92 metri dal suolo, dal quale si gode di una vista senza pari su Kiev e Dniepr. Poco più in là è possibile visitare il museo dedicato alla Seconda Guerra Mondiale ed alla gloria delle forze sovietiche.

La Patria

Dove mangiare

Gli ingredienti alla base della cucina ucraina sono le patate, i cavoli, le barbabietole ed i funghi. Uno dei piatti della tradizione è senza dubbio il boršč, una zuppa a base di barbabietole, pancetta ed aglio, accompagnato da acetosa o ortica.

Non esitare a concederti un assaggio della cucina tradizionale in uno dei tanti ristoranti del centro: piuttosto popolari, risparmio e qualità garantiti.

Puoi provare le pietanze preparate dalla catena di ristoranti Puzata Hata: ne trovi uno all’incrocio tra la Krechtchatik e la Taras Shevchenko.

Durante le stagioni calde puoi prendere parte ad un barbecue con gli ucraini, condividere un Šašlyk (ricordi gli spiedini di carne marinata?) e discutere di calcio: del resto siete italiani, quattro volte campioni del mondo!

Non ti entusiasma particolarmente la cucina nazionale? Prova un ristorante giapponese: Kiev ne è piena. Le donne in città ne fanno quasi un rituale: sushi a mezzogiorno, ormai è una seconda religione.

Insalata di funghi

La vita notturna a Kiev è tutto quello che non ti aspetti: tappeti rossi e petali di rosa, per una notte all’insegna del glamour. Non di rado ti imbatterai in un lounge bar alla moda, seguito da un lounge bar ancor più alla moda e così via… le lancette corrono rapide: ti ritroverai a conversare del più e del meno con la gente del posto fino alle prime luci dell’alba. Allo stesso modo, non è difficile trovare una discoteca gettonata.

Sorry Babushka: probabilmente la scelta giusta per chi vuole concedersi una notte a Kiev all’insegna del divertimento. Un locale che si estende su più piani: gente che si presta ad improbabili performance canore al karaoke, amanti della disco e della musica elettronica, ad ognuno il suo.

Da evitare: il River Palace. In molti ti avranno detto che è il posto giusto per approfondire le conoscenze: probabilmente non ti hanno riferito che qui il sesso a pagamento è all’ordine del giorno. Questo locale adagiato sul fiume funge da specchietto per le allodole, in cui è raro incontrare donne che vi si recano per mero divertimento: attenti alle sorprese indesiderate!

Non lasciarti intimidire dai controlli piuttosto rigidi all’ingresso dei locali, con tanto di cane al guinzaglio e cartelli che indicano chiaramente il divieto d’ingresso con armi da fuoco. Il prezzo d’accesso piuttosto elevato, specie se comparato al costo della vita in città, è un ulteriore espediente volto a scoraggiare l’ingresso di malintenzionati.

Quando andare e consigli sulla lingua

Il mese di giugno è senza dubbio il momento giusto per visitare Kiev: la capitale ucraina dà il meglio di sé durante la primavera. Al contrario, non è consigliabile un viaggio durante i mesi invernali: da dicembre a marzo, infatti, le temperature sono generalmente piuttosto rigide ed il maglioncino della nonna potrebbe non essere sufficiente.

Kiev sotto la neve

Parli Russo? Bene! Si tratta della lingua principalmente parlata nelle grandi città, Kiev su tutte. Non parli né il Russo, né tanto meno l’Ucraino? L’Inglese non ti sarà d’aiuto, in quanto è ancor meno diffuso che in Italia… assicurati di viaggiare con un dizionario, evidenzia le parole chiavi e fanne il tuo miglior amico di viaggio: ti sarà più che utile.

Per andare a Kiev

Buone notizie per i viaggiatori in partenza da Venezia e Rimini: Wizz Air e Wind Jet ne fanno la città di partenza giusta, con voli diretti che, spesso e volentieri, ti permettono di raggiungere Kiev con meno di €100 (viaggi a/r IVA e tasse incluse). Dai maggiori centri italiani, controlla le principali offerte di Alitalia ed Ukraine International per partire con meno di €300 a bordo di un volo diretto.

Il tuo viaggio a Kiev inizia su liligo.com!

Sei mai stato in Ucraina? Ti sei già procurato i biglietti per Euro 2012?

Foto: sarae, mariyaZ, gpjt, thisisbossi, neiljs / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


2 responses to “Verso Euro 2012: Kiev, capitale ucraina (1/8)

  1. spero che dopo l’uccisione dei cani senza padrone non vi seguirà nessuno bastarda di gente che non siete altro!!!…p.s.”RIVOLTO AL GOVERNO UCRAINO”!!SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!

  2. Ciao tutti! Ma perche nessuno ha scritto per restorante “Holmes and Ledi”(www.holmesandlady.com.ua) a Kiev prospetto Obolonski, 18? Restorante e bello e tranguillo, la cucina e buona .
    Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

footer logo
Fatto con per te