Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   8 minuti di lettura

La guida completa per partire alla scoperta della capitale britannica e visitare in auto i suoi dintorni.

Ogni anno circa 20 milioni di visitatori raggiungono il Regno Unito per visitare una delle più incredibili e suggestive metropoli europee: Londra.

Non siete ancora tra quelli che possono raccontare meraviglie della loro vacanza nella capitale U.K.? Finora i Beatles, i Sex Pistols, l’iconica Regina, il tipico fish & chips ed il mitico Big Ben non vi hanno motivati a dire: “Pronti, partenza, via!”?

Il Magazine del Viaggiatore oggi porterà a termine questa missione, proponendovi un itinerario per trascorrere alcuni giorni tra Londra ed i suoi dintorni ad un tiro di schioppo dalla capitale.

Londra ha molto da offrire: dall’atmosfera british impregnata di tutta quella sottocultura rock, punk e indie che la pervade da un cinquantennio, alla multiculturalità di una città (forse seconda solo a New York) che tra quasi 9 milioni di abitanti vanta ben 270 nazionalità che parlano 300 lingue diverse, fino alle magnifiche architetture urbane famose in tutto il globo, integrate dalla storia millenaria e dalla natura dei dintorni.

Londra
Londra

Informazioni utili

  • Fuso orario: (GMT UTC +0) ovvero 1 ora indietro rispetto l’Italia.
  • Moneta: Sterlina britannica – cambio variabile (attualmente 1,12 euro).
  • Carte di Credito: Visa e Mastercard le più accettate.
  • Sanità: Il National Health Service spetta soltanto a chi risiede nel Regno Unito. I cittadini di altri paesi non hanno diritto ad assistenza gratuita da parte dell’NHS. Si consiglia un’assicurazione di viaggio che includa le spese mediche.
  • Documenti necessari: da Marzo 2019 sarà necessario il passaporto per l’ingresso nel Regno Unito post Brexit.
  • Trasporti: la Underground di Londra conta ben 11 linee + 2 integrative, tutte attive tra le 5:00 e 00:00 e facilissime da utilizzare per qualsiasi spostamento. Il costo di un singolo viaggio parte da € 2,40. 400 sono le linee di autobus, per cui un singolo viaggio costa €2,40. I Night bus, identificati dalla lettera N, circolano giornalmente e frequentemente. Consigliabile l’acquisto di una Oyster Card, con credito a consumo fino a 4 giorni di vacanza. Oltre, diventa ben più vantaggiosa la Travel Card per 7 giorni che vi consentirà viaggi illimitati su metro, bus e tram. Ricordate sempre che i siti di vostro interesse sono per lo più compresi tra le zone 1 e 2 di Londra.
  • Carburante: prezzo medio benzina £1,28 a litro.

Come arrivare a Londra

Londra è servita da ben 6 aeroporti. Oltre allo scalo principale di Heathrow, sono ben collegati alla città gli scali di Gatwick e Stansted, da cui partono i voli di tutte le principali compagnie low cost. I due aeroporti sono collegati al centro città grazie al treno e a diversi servizi di bus navetta. Il Gatwick Express raggiunge la stazione di Victoria in circa 30 minuti, mentre lo Stansted Express impiega circa 50 minuti per raggiungere la stazione di Liverpool Street. Se non avete fretta, potreste optare per i più economici treni regionali della Southern e della Greater Anglia. Diverse sono le compagnie aeree che offrono vantaggiose offerte per volare a Londra, come Ryanair, Easyjet, Vueling, Lufthansa e Alitalia.

Una volta giunti a destinazione, per spostarvi dalla capitale potrete scegliere il noleggio auto in alternativa ai treni. Prenotando con un certo anticipo, avrete tariffe estremamente competitive rispetto all’acquisto di più biglietti del treno ed il divertimento sarà assicurato!

Non dimenticate di tenere la sinistra su strada però!!

Alla scoperta di Londra

Nei vostri primi giorni nella capitale del Regno Unito, avrete davvero l’imbarazzo della scelta. Londra non è fatta soltanto di siti e di architetture, ma anche di immensi parchi e di quartieri da vivere di giorno, così come di notte.

Ma cosa non ci si deve assolutamente perdere a Londra?

Se amate avere un forte primo impatto, non esiste luogo migliore da cui iniziare a visitare la città: Piccadilly Circus. Resterete estasiati dalle mille luci e colori di quello che non è altro che uno degli incroci più famosi al mondo, un po’ la Times Square di Londra e forse il suo luogo identificativo per eccellenza, reso celebre dagli enormi display luminosi accostati alla statua dell’Angelo della Carità Cristiana. Qui, quando ancora era aperta campagna, ebbe la sua dimora Robert Baker, sarto che fece la sua fortuna specializzandosi proprio nei picadils, colletti di camicia molto in voga tra il ‘500 ed il ‘600. Oggi non resta nulla del verde di un tempo, ma da Piccadilly Circus si diramano le principali arterie londinesi, dove la folla si disperde tra mille locali, bar e ristoranti.

Piccadilly Circus
Piccadilly Circus

Piccadilly Circus ha una posizione ottimale, quasi al centro tra tutte le attrazioni londinesi. Da qui, è estremamente facile proseguire a piedi verso Buckingham Palace. Vi suggeriamo di non perdere troppo tempo in estasi tra i led e i colori di Piccadilly, così che la passeggiata verso la residenza dei sovrani inglesi valga davvero la pena: alle 11:30, infatti, avviene il Cambio della Guardia (giornalmente/ogni 2 giorni, a seconda della stagione), una vera e propria attrazione turistica. Meglio arrivare con un certo anticipo per essere in prima fila!

Gli interni di Buckingham Palace non sono sempre ed interamente visitabili. Da luglio a fine settembre, quando la corte si trasferisce presso il castello di Balmoral in Scozia, è possibile prenotare la visita delle State Rooms ed alcuni altri ambienti del palazzo con biglietti che variano dalle 25 alle 45 sterline.

Buckingham Palace
Buckingham Palace

Non proseguire il vostro itinerario verso Hyde Park (stazioni: Hyde Park Corner o Marble Arch) sarebbe un sacrilegio: Londra conta ben 9 parchi reali, ma se sceglierete di visitarne solo uno, non perdetevi il parco reso celebre dal suo Speaker’s Corner, unico spazio cittadino dove è possibile tenere comizi pubblici senza preventiva autorizzazione della polizia. Persino Marx, Lenin e Orwell lo sfruttarono a loro vantaggio. Potrete raggiungere Hyde Park anche grazie alla metro.

Tornando verso Piccadilly Circus, si attraversa Leicester Square, famosa per le sue première cinematografiche, per raggiungere Covent Garden. Del garden di un tempo nemmeno l’ombra, (pare esistesse un convento con orti annessi, da cui “Covent Garden”) ma è davvero impossibile sentirne la mancanza. Imperdibile un pomeriggio di shopping e relax ciondolando da una boutique ad un bar, per poi imbattersi nei più originali artisti di strada della City.

Altro punto di snodo fondamentale di Londra, forse per i tradizionalisti il vero punto di partenza di qualsiasi visita, è Trafalgar Square, vicino in linea d’aria sia a Piccadilly Circus che a Covent Garden.

Qui campeggia la statua dell’ammiraglio Horatio Nelson che, circondato da quattro leoni, ormai fa da set alle foto dei turisti di mezzo mondo. Siate veloci a dire “cheese”, perché alle sue spalle si trova anche la National Gallery di Londra. È una delle pinacoteche più importanti del mondo, con una collezione che spazia dalla metà del XII secolo a quello scorso, passando per l’impressionismo francese e la pittura italiana di Caravaggio, Botticelli, Raffaello e Michelangelo. E per di più l’ingresso è gratuito!

Trafalgar Square
Trafalgar Square

Seguendo Parliament Street da Trafalgar Square, vi lascerete indietro la residenza del Primo Ministro Britannico al n.10 di Downing Street, per ritrovarvi davanti l’Abbazia di Westminster, luogo di sepolture celebri come Isaac Newton e Charles Darwin, dove da oltre mille anni avvengono le incoronazioni dei sovrani inglesi. Questo trionfo del Gotico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1987.

Se non amate troppo soffermarvi sulle Chiese, vi suggeriamo di svoltare subito l’angolo: ad attendervi il Palazzo di Westminster, distrutto da un incendio nel 1834 e ricostruito in stile neogotico, con il leggendario Big Ben. Il palazzo è noto anche come Houses of Parliament, perché qui hanno sede la House of Common e la House of Lord, le due camere del Parlamento inglese. Gli audio tours costano 19,50 sterline, mentre i tour guidati 26,50 sterline a persona. Quando avrete terminato, non vedrete l’ora di attraversare il ponte e proseguire verso il London Eye, l’occhio che sbircia Londra dall’alto, ovvero la più grande ruota panoramica del mondo. A gruppi di 25 persone e ad un prezzo di 25 sterline a persona, potrete godervi una vista incredibile dall’alto del Tamigi.

London Eye
London Eye

Sappiamo cosa state pensando: “Devono essersi dimenticati del British Museum!”

Assolutamente impossibile dimenticarsene. E non ci siamo dimenticati neanche della Tower of London, né del Tower Bridge, sempre sulle sponde del Tamigi.

Ma se non siete troppo interessati ai reperti egizi, greci e romani –per quanto la sola Stele di Rosetta e l’ingresso gratuito valgano la deviazione per il British Museum– e non impazzite dalla voglia di vedere un’antica ed inespugnabile fortezza “multiuso” che si affaccia su un ponte levatoio –per quanto il complesso risulti maestoso la sera-, non possiamo che indirizzarvi verso la Londra più chiassosa e modaiola, giovane ed alternativa: Camden Town.

Questa zona a nord di Londra è attraversata dal Regent’s Canal, invasa da negozi di pellami, di vinili e di abbigliamento punk-rock, nota per il Camden Lock Market, paradiso dell’usato, avvolto da diversi mercati satellite dove il world street food la fa da padrone! Una vera goduria per chi ama barcamenarsi tra le bancarelle.

Camden Town
Camden Town

Per continuare l’esperienza en plein air, virate verso Portobello Road ed il quartiere di Notting Hill, per farvi un’idea delle abitazioni in pieno stile vittoriano inglese e terminare il vostro shopping nel flea market più famoso di Londra. Se il vostro obiettivo è l’antiquariato ed amate il vintage, il sabato è il giorno ideale.

Ricordate che Londra vanta anche una certa reputazione “by night”. La già citata Camden Town è il luogo ideale per chi è in cerca di disco pub e live bar, in particolare per chi ama l’alternative rock.

Senza alcun dubbio però, il cuore pulsante della nightlife londinese è tra Soho e Chinatown.

Chinatown
Chinatown

Configuratasi come area gay friendly, Soho unisce il fascino del passato e lo stile contemporaneo, con le sue Kingly Street e Carnaby Street, epicentro dei più grandi artisti rock negli anni ’60 dove una vera e propria rivoluzione culturale ebbe vita. Ancora oggi, la zona è vibrante grazie ai live bar, ai pub, ma soprattutto per la presenza di svariati teatri dove i musical più in voga prendono vita ogni sera.

E adesso, si parte! Tutti in auto alla scoperta dei dintorni londinesi!

Cosa visitare nei dintorni di Londra

Dalla metropoli ai villaggi limitrofi, noterete come l’impatto del paesaggio sarà determinante. Per questo motivo, vi consigliamo di noleggiare un’auto a Londra per raggiungere alcune località fuori porta dove potrete unire storia e natura, anche in un solo giorno.

Una possibile tripletta, fattibile in giornata, è Leeds- Canterbury- Dover, a sud-est di Londra.

Leeds si trova ad un’ora di auto da Londra. Il Castello normanno, che qui si staglia su un meraviglioso sfondo verde incastonato tra due isolotti su un laghetto, lo rende probabilmente il più bello e romantico del mondo per stile e posizione ed uno tra i più visitati.

Castello di Leeds
Castello di Leeds

Proseguite per Canterbury, a circa 40 minuti da Leeds, dove potrete ammirare la splendida Cattedrale gotica, principale sede vescovile della Chiesa d’Inghilterra e tra le chiese più importanti d’Europa, dove avvenne il martirio di Thomas Becket. Altri 40 minuti separano Canterbury da Dover. Qui, se desiderate, potrete visitare un altro splendido castello, il più grande di tutta l’Inghilterra, ma non prima di avere ottenuto lo scatto più bello della vostra vacanza sulle bianche scogliere calcaree che delimitano Dover dal canale della Manica e che l’hanno resa celebre.

Scogliere di Dover
Scogliere di Dover

Un’altra possibile gita fuori porta è sicuramente la doppietta Bath- Stonehenge, a sud-ovest di Londra.

Guidate per circa 2h40min per ritrovarvi nella Roma d’Inghiterra, Bath. Costruita tra 7 colli, con le sue case Georgiane, le architetture Regency e le sue terme di epoca romana, l’intera città è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO per i suoi gioielli unici.

Pulteney Bridge, Bath.
Pulteney Bridge, Bath.

Da qui, soltanto altri 50 minuti vi separano dalla misteriosa Stonehenge, anch’essa Patrimonio UNESCO e considerata una delle meraviglie del mondo, nonché simbolo della cultura new age. Ancora avvolta nel mistero per quanto riguarda la sua funzionalità nell’era neolitica (pare potesse trattarsi di un tempio dedicato al Dio Sole), vale davvero lo stop. Vi immergerete in un’area archeologica suggestiva, dove i megaliti vi sovrastano per dimensioni e quasi incutono soggezione.

Stonehenge
Stonehenge

E allora, pronti per godervi una meritata vacanza in quel di Londra & co.?

Buon divertimento!


Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te