Il Magazine del viaggiatore icon
Il Magazine del viaggiatore
  •   4 minuti di lettura

Non avete ancora accettato la fine dell’estate? Se è così il piccolo Stato insulare al centro del Mediterraneo fa per voi. Non solo mare e un clima mite durante tutto l’anno, Malta offre pure ai turisti la bellezza delle sue tante chiese, la vivacità della sua vita notturna  e i tanti eventi musicali e culturali.

Crocevia tra Occidente e Oriente e punto d’incontro delle più importanti civiltà mediterranee (Fenici, Greci, Romani, Arabi, Normanni, Aragonesi e Cavalieri Templari) l’ex colonia britannica (indipendente dal 1964) è il Paese europeo con il clima più caldo del continente (la temperatura media annua è di 19° e con 3.000 ore di sole all’anno è uno dei luoghi più assolati d’Europa), dunque ideale per gustare in un week-end un ultimo assaggio d’estate, anche perché è geograficamente molto vicina all’Italia (circa 80 km dalle coste siciliane) ed è ben collegata da numerose città del Bel Paese con voli a prezzi economici, garantiti da Alitalia, Ryanair, Meridiana, Air Malta e Lufthansa. Malta, inoltre, non pone problemi linguistici al turista italiano: oltre a maltese e all’inglese – lingue ufficiali –  è molto diffusa anhe la nostra lingua, consciuta e parlata da circa i 2/3 della popolazione locale.

Spiagge ed immersioni subacque

Le spiagge sabbiose più famose e grandi si trovano a nord dell’isola principale, tra cui segnaliamo  Ghadira Bay, Għajn Tuffieħa e Golden Bay. Chi invece cercasse qualcosa di più piccolo e appartato apprezzerà Paradise Bay e Armier, che offrono anche una meravigliosa vista su Gozo.
Se non amate la sabbia, non mancano stupende spiagge rocciose, come Dwejra Bay (a Gozo) con scorci mozzafiato e scogliere a strapiombo; Riviera Bay, nell’estremità settentrionale dell’isola di Malta, l’esclusiva Imgiebah, difficile da raggiungere ma perfetta per chi non vuole incontrare affollamento turistico, e l’incantevole piscina naturale “Peter’s Pool”, nei pressi della baia di Marsaxlokk. La spiaggia di  Mellieha Bay è invece la più adatta per i bambini, perché l’acqua è bassa per un centinaio di metri. Senza dimenticare che Malta, con i suoi fondali mozzafiato, è una delle mete preferite per gli appossionati delle immersioni subacquee.

Chiese, musei e cultura

La religione cristina ha un ruolo importante nella storia dell’isola fin da tempi antichissimi: secondo la bibbia nel 60 d.C. qui trovò rifugio San Paolo, dopo il naufragio avvenuto durante il viaggio che da Creta lo conduceva a Roma. L’isola fu inoltre una delle principali roccaforti della cristianità contro l’espansione ottomana e non è un caso che alcune delle chiese più importanti furono erette nel XVI secolo, per celebrare la vittoriosa difesa dell’isola contro gli Ottomani, conosciuta come il “Grande Assedio di Malta”.  Tra tutte spicca la meravigliosa Concattedrale di San Giovanni a La Valletta  (l’altra cattedrale dell’isola è quella di San Paolo a Medina, costruita in stile siculo-normanno nel XI secolo), un gioiello dell’architettura barocca che ospita al suo interno innumerevoli cappelle (da segnalare in particolare la “Cappella Aragonese”), un’importante collezione di arazzi fiamminghi e soprattutto il celebre capolavoro caravaggesco (il pittore italiano, ricercato in Italia per omicidio, si rifugiò per una breve periodo nell’isola) “La Decollazione di San Giovanni Battista”.  Non può mancare, inoltre, una visita al Manoe Theatre – gioiello architettonico costruito nel XVIII secolo, che ospita durante tutto l’anno importanti rappresentazioni teatrali e musicali – al  Palazzo del Gran Maestro – edificato nel 1574 e attuale sede del Parlamento – e al Forte di Sant Elmo, nucleo storico originario di Malta, al cui interno, più volte durante l’anno, si tiene la Parata della Guardia, rievocazione storica con un centianio di ufficiali in costumi d’epoca. Tra i musei sono da segnalare il Museo Nazionale della Guerra, molto apprezzato dai visitatori per la sua notevole collezione di oggetti bellici e di documenti relativi al ruolo dell’isola durante la seconda guerra mondiale  e il Museo Nazionale d’Arte, con la sua importante collezione di opere che vanno dal periodo rinascimentale ai giorni nostri.

Gastronomia e vita notturna

La “movida” maltese si concentra a Paceville: il distretto di Malta, pieno di nightclub, pub, ristoranti, è il vero cuore della vita notturna dell’isola.
Tra i piatti tipici da gustare segnaliamo i “pastizzi” (paste salate ripiene di ricotta o piselli) e il fenkata, il coniglio cucinato nella tipica maniera locale.

I principali eventi in questo periodo:

– il Mdina Grand Prix (10-13 ottobre), una corsa di auto d’epoca, imperdibile per gli amanti delle delle 4 ruote “vintage”.
– Birgu Fest (11-13 ottobre), una tre giorni in cui l’antica capitale di Malta presenta  vicoli, palazzi storici, piazze ma anche case private illuminate da migliaia di lanterne e candele, al ritmo di rievocazioni storiche, menu tradizionali e prodotti artigianali
–  il Rolex Middle Sea Race: spettacolare competizione velistica di richiamo internazionale, che si svolge al largo de La Valletta.
– il Malta International Choir Festival (31 ottobre – 4 novembre): concerti dal vivo, religiosi o folkloristici, classici o mederni per tutte le vie della capitale, con oltre 1000 partecipanti.

Spiagge, mare, cultura e divertimenti: cosa volete di più per un week-end estivo in pieno autunno?

Foto: Salim Shadid, bobchin1941, papalars, Windsor Garage / Flickr cc.

Trova su Liligo i migliori voli per il tuo prossimo viaggio!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

footer logo
Fatto con per te